Smaltimento elettrodomestici in disuso? Diamo uno sguardo più da vicino

Il discorso introdotto dal titolo non rientra nel campo della filosofia spicciola ma della più solida ecologia, ovvero non è tanto una questione filosofica se smaltire i vecchi elettrodomestici quanto ecologica, visto che gli elettrodomestici sono composti da parti non smaltibili facilmente nell’ambiente, causando così problemi maggiori o minori di inquinamento.
Nonostante i grandi negozi di elettrodomestici spingano sulla vendita di nuovi prodotti in contrasto con la filosofia più economica e forse più razionale dei negozi o laboratori che si occupano riparazione elettrodomestici, non è questo il soggetto dell’articolo.

elettrodomestici

Probabilmente potrebbe essere più economico chiamare un tecnico specializzato nella riparazione elettrodomestici, piuttosto che acquistarne uno nuovo.
Il concetto è questo: in casa nostra quasi sicuramente abbiamo un vecchio cellulare, un vecchio televisore, un vecchio computer, magari in cantina abbiamo pure un vecchio frigorifero o lavatrice, il tutto accumulato per pigrizia o con l’idea che in un tempo futuro potrebbe essere utile per un qualche motivo.
Tenendo conto che non si improvvisa la riparazione di elettrodomestici, per cui l’idea di tenersi in cantina un vecchio frigorifero o lavatrice per poterne usufruire dei pezzi da ricambio, non ha una validità effettiva, allora si torna al discorso iniziale, cioè smaltire i vecchi elettrodomestici.

Isole ecologiche e smalitmento
Sicuramente liberarsi di un vecchio elettrodomestico non è facile come il gettare la carta o la plastica nei contenitori appositi, anche perché non esistono contenitori per i vecchi elettrodomestici in giro per le strade.
Esistono però le cosiddette isole ecologiche dove si possono gettare gratuitamente i vecchi elettrodomestici in disuso, li vengono adeguatamente riciclati.
Nel caso di rifiuti ingombranti come lavatrici o frigoriferi è anche possibile stabilirne il recupero al proprio domicilio, il tutto al solo costo di una telefonata. In breve la plastica non è un qualcosa che si possa scomporre naturalmente, nemmeno le parti di rame, oro, argento e altri minerali presenti in un elettrodomestico.
Anzi, bisogna considerare lo sforzo che serve per procurarsi questi minerali, quando potremo semplicemente metterli a disposizione affinché vengano riutilizzati.

Non è che la pigrizia sia l’unico elemento per cui ci teniamo in casa apparecchi che dovrebbero essere trattati a scopo ecologico, un altro motivo potrebbe essere la non conoscenza di questi fattori appena citati.
I sintomi di questa non conoscenza si vedono quasi quotidianamente nelle strade cittadine, dove accanto ai bidoni della nettezza urbana, si vedono delle tv che funzionavano col tubo catodico o dei boiler abbandonati, più raramente frigoriferi, cucine, forni o lavatrici.

 

Regolamentazioni per lo smaltimento di elettrodomestici
Altra informazione che molti ignorano è che per legge, all’acquisto di un elettrodomestico, il negozio da cui stiamo acquistando il nuovo frigorifero, lavatrice, forno, lavastoviglie o altro deve ritirare il nostro vecchio equivalente.
Addirittura esiste anche la possibilità di portare gratis il nostro vecchio elettrodomestico ad un negozio senza doverne acquistare uno nuovo. Questa ultima regola, per quanto possa sembrare allettante, ha delle specifiche che ne limitano l’uso.
Praticamente non è possibile portare al negozietto di elettrodomestici sotto casa (che magari ne fa anche al riparazione) l’elettrodomestico da smaltire, il negozio deve avere dimensioni superiori ai 400 metri quadrati e il nostro elettrodomestico non deve avere dimensioni superiori ai 25 cm.
I negozi di riparazione elettrodomestici lo fanno egualmente.
Come si può vedere di metodi per far riciclare un frigorifero, lavatrice, forno, lavastoviglie, cellulare, tv o computer esistono e sono alla portata di tutti, quindi perché non approfittarne?
Certo che una persona potrebbe sempre infischiarsene di questi bei discorsi sulla salute del pianeta e dell’ecologia, dimostrerebbe di avere uno spirito quanto meno egoista e concettualmente tutto finirebbe qui.
Ma se ci pensasse un po’ da un altro punto di vista, potrebbe vedere come lui in quanto essere umano vive su questo pianeta in relazione a tutto li resto.
Plastica a parte, come detto in precedenza, pensate allo sforzo che serve per estrarre dal suolo i vari materiali preziosi e a quanto questa pratica è usata, tanto da rendere a rischio il futuro questi materiali.
Se poi parliamo di elettrodomestici tipo un frigorifero, dobbiamo considerare che in esso è presente un gas che ne permette il funzionamento, ma che è altresì, almeno parzialmente, una delle cause del foro nello strato di ozono attorno alla Terra.

smaltimento-elettrodomestici

Tralasciando i grandi elettrodomestici e la riparazione, parliamo ora di uno dei più diffusi strumenti elettronici di cui circondiamo la nostra vita giornaliera, il cellulare.
In base alle statistiche annualmente nel nostro paese se ne vendono decine di milioni, mentre i vecchi cellulari inutilizzati che abbiamo ancora in casa risulterebbero un qualcosa di più di un centinaio di milioni.
Non è proprio un buon esempio di rapporto.
A questo punto il concetto di chiamare un tecnico per la riparazione di elettrodomestici sembrerebbe una buona idea, se non altro questi verrebbero usati e non rimarrebbero a prendere polvere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *