Prepariamoci con serenità ai golosi cibi di Natale

Cibi di Natale : i consigli per restare in forma

Natale è alle porte e mi capita già di osservare sui visi dei miei pazienti la preoccupazione delle invitanti portate natalizie ! Certo è comprensibile, sia per chi ha iniziato un percorso tortuoso sia per chi lo ha terminato raggiungendo il suo obbiettivo e sia per coloro che hanno anche solo quei cinque sei kg massimo da dover togliere. Perchè inannzitutto qualsiasi kg sia da togliere implica sempre e comunque concentrazione, fatica e costanza e va dunque premiata la riuscita di perderne tanti o pochi; e secondo, va sfatato il mito che sia più facile perdere del peso mirato rispetto ad una massa adiposa distribuita in modo più uniforme. E poi come tutti sapete il metabolismo è un tabù per ognuno di noi, non è detto che scenda prima chi ha meno da perdere, ve lo garantisco come esperienza lavorativa ; a volte dei dimagrimenti in fase di menopausa anche solo di sei sette kg possono divenire un vero e proprio incubo , che purtroppo spesso disamora le donne e la loro determinazione a raggiungere il risultato prefissato!

La mia raccomandazione è : mantenete la serenità, non date soddisfazione al panico o all’ansia. Si può vivere il Natale, tutti i suoi dolci ( certo magari sarebbe il caso di non sbranarvi un panettone intero da soli …neppure un pandoro o un torrone , è chiaro …) e le sue pietanze da tradizione ( che in fondo mangiamo una volta l’anno?!) con la più assoluta tranquillità. Pur che ovviamente non ci abbuffiamo dal 15 dicembre al 7 gennaio …altro che poi il digiuno , neppure lui potrebbe far tanto , fidatevi !

Quindi per mantenere tutta questa calma basta che facciate attenzione e siate più che costanti nel periodo antecedente le feste, ossia dal 2 dicembre , il primo lunedi del temuto mese, che apre perfettamente le danze al ” non esageriamo con…” dolci, formaggio, pizza e carne specialmente rossa ma aiutiamoci con pesce verdura frutta e quantità controllate di pasta e pane. Non è difficile , andiamo, se siete arrivati fin qua seguendo una sana alimentazione per dimagrire , vuol dire che siete ormai più che  a cavallo. Quindi non avete alibi e tanto meno scuse per piagnucolare di non farcela. Se invece trovate giusto iniziare prima del momento dei grandi banchetti rifocillanti …bè in effetti, inizierei francamente da quel lunedi, a seguirla con la stessa devozione con cui si presta lo sguardo ed il cuore, ad una colata di nutella calda sulla pizza bianca appena sfornata o in una bella tazza che poi si va a ricoprire di soffice panna. Già , con la stessa identica devozione.

Perchè altrimenti poi una volta arrivati al momento delle feste, senza un minimo di concentrazione sulle rinunce antecedenti, diviene un incubo e quasi impossibile farlo proprio nei giorni vicini alle festività. Mangiare è insito nella nostra mente, è un pò come se fosse uno sguardo speciale con cui la nostra psiche , si avvale per comprenderci e per darci anche coraggio forza e determinazione. Non sottovalutate mai questo aspetto. Piu’ restate sereni e fiduciosi di mantenere concentrazione e maggiore sarà per voi la facilità con cui nutrirvi in modo sano ed equilibrato.

Dividete il mese di dicembre in 4 fasi , l’ultima è quella dello sgarro. Non fa nulla, abbiamo altre tre fasi (ossia venti giorni!) con cui rafforzarci, depurarci e prepararci per non vanificare tutto il lavoro fatto o anche solo le nostre attenzioni di perdere qualche kg prima delle festività. Come iniziare ? Nella prima settimana …

PRIMO PASSO: limitiamo i cornetti solo ad 1 volta la settimana e a due cappuccini al giorno da bere nella giornata; poca carne più pesce e variate molto, minestroni due volte a settimana almeno!

Seconda settimana…

SECONDO PASSO: non consumate carne rossa e limitate molto la carne bianca in generale (max 3 volte a settimana),consumate più pesce(specie pesce azzurro; no crostacei,molluschi,qualità affumicate e l’insalata di mare…non ci provate !) e aumentate i minestroni con legumi a tre sere a settimana o zuppe o passati come preferite ;

Terza settimana…

TERZO PASSO: non mangiate dolci, poca pasta e pane, pesce , carne bianca soltanto (a due volte a settimana) e togliete i formaggi ; evitate anche gli affettati !

Quarta settimana… aiutatevi recuperando nei giorni , passato il Santo Stefano e antecedenti al cenone di Capodanno, con minestroni la sera e pesce a cena, mentre a pranzo alternate pasta o riso con verdure (porzioni modeste) senza secondo oppure insalate con tonno e verdure a piacere con poco pane !

Seguite questi primi passi e già sarete stati piuttosto bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *