pasta di zucchero

Pasta di zucchero: la regina del cake design

Cake design: la nuova frontiera della pasticceria

Al giorno d’oggi la cucina è diventata un elemento essenziale nella cultura di tanti paesi al mondo e di conseguenza nella vita di moltissime persone. Il cibo non è diventato soltanto qualcosa di cui cibarsi, ma un vero e proprio fattore di condivisione, convivialità e arte. Uno dei settori che maggiormente esprimono tale concetto è la pasticceria: i dolci infatti non solo fanno gola a tutti ma sono diventati anche belli da vedere.

A dimostrazione dunque che si mangia prima con gli occhi e poi con la bocca è nato il cake design, ovvero l’arte di decorare le torte ed altri alimenti di pasticceria e renderli esteticamente gradevoli. Naturalmente la protagonista indiscussa di questo tipo di attività è la pasta di zucchero, un elemento indispensabile che permette di creare qualsiasi tipo di decorazione (anche la più strana), dal momento che la sua consistenza è perfetta per tale scopo. Sebbene siano in molti oggi a sapere cosa sia la pasta da zucchero, altrettanti non sono a conoscenza della vera storia di questo alimento.

Pasta di zucchero: come nasce e quali sono le sue origini

L’ingrediente fondamentale della pasta di zucchero, come suggerisce il nome, è ovviamente lo zucchero. Quest’ultimo comincia ad essere utilizzato durante il Medioevo, quando intorno al 1200 venivano coltivate le prime piantagioni di canna da zucchero sotto la dominazione di Federico II in Sicilia. A quel tempo però lo zucchero era un ingrediente molto pregiato e costoso e veniva utilizzato quindi soltanto dall’aristocrazia mentre la plebe poteva tranquillamente sostituirlo con altri tipi di dolcificanti come ad esempio il miele.

Tuttavia, il primo vero utilizzo dello zucchero nel campo della decorazione della pasticceria risale al 1700, quando un famoso cuoco francese di nome Francois Massialot, scrisse un volume nel quale spiegava come poter realizzare un fiore con la pasta da zucchero. Il testo presentava anche tecniche piuttosto moderne dal momento che lo chef dava indicazioni su come adoperare i coloranti naturali per le sue creazioni.

Bisognerà poi aspettare l’Ottocento, con Marie-Antoine Careme, per poter vedere per la prima volta delle torte decorate con la pasta da zucchero in maniera egregia. Già all’inizio del diciannovesimo secolo però il prezzo dello zucchero comincia ad essere sensibilmente più basso e quest’ultimo quindi diviene accessibile anche ai ceti meno abbienti. Allo stesso tempo cambia anche la ricetta della pasta da zucchero che prevede l’uso di zucchero in polvere, limone, bianchi d’uovo e gelatina.

Negli ultimi anni del Novecento poi la pasta da zucchero ha subito un vero e proprio incremento ed è stata utilizzato soprattutto negli Stati Uniti d’America e in Canada. Proprio per tale ragione molte persone erroneamente ritengono che questo alimento sia nato proprio in queste zone del mondo. A contribuire ad avvalorare tale tesi è stata poi la trasmissione di alcuni programmi televisivi oltreoceano nei quali maestri della pasticceria mostrano come realizzare torte da sogno usando la pasta di zucchero.

Quando nasce il cake design e la prima torta d’eccellenza

Sebbene la pasta di zucchero fosse già utilizzata dai francesi precedentemente nella realizzazione dei dolciumi, si dovrà attendere il 1840 per ammirare una vera e propria torta di design. Durante questo periodo infatti vengono introdotti due fattori essenziali che rendono più semplice la realizzazione delle torte: si tratta del bicarbonato usato come lievito e il forno a temperatura controllata. Grazie a questi due elementi fu possibile creare la prima torta di design conosciuta.

Quest’ultima venne realizzata in occasione del matrimonio tra il principe Alberto e la regina Vittoria. La torta era caratterizzata da circa 140 chilogrammi di peso e tre metri di diametro, mentre nella parte superiore era composta completamente da ghiaccia bianca. In alto inoltre era rappresentati due sposi a cui piedi si potevano scorgere un cane, la dea Britannia, due colombi e un amorino che scriveva la data delle nozze su una carta. Nella parte bassa invece si poteva ammirare un’abbondanza di graziosi fiori, nastri e cupidi che decoravano interamente la superficie.

Pasta da zucchero: come è fatta e perché è così amata

La pasta da zucchero è oggi un prodotto molto amato per la decorazione delle torte e dei dolci, dal momento che è molto malleabile e si presta facilmente alla creazione di tantissime forme diverse. Con tale pasta infatti (chiamata anche glassa fondente) si possono realizzare svariati tipi di torte che diventano delle vere e proprie opere d’arte.

Sulle torte infatti possono essere applicati elementi tridimensionali che assomigliano in tutto e per tutto a delle sculture. Generalmente la pasta di zucchero è ottenuta con l’utilizzo di diversi ingredienti come ad esempio il miele, la colla di pesce, il glucosio, ma ogni ricetta è diversa dall’altra e i grandi chef hanno sempre mantenuto il segreto su ciò che la rendeva così perfetta. Naturalmente bisogna tenere in considerazione che essa è caratterizzata da una serie di coloranti ed addensanti che fanno in modo che possa essere facilmente modellabile e brillante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *