smartphone ricondizionato o rigenerato

La guida DEFINITIVA all’acquisto di smartphone rigenerati

Sempre più spesso si sente parlare di smartphone rigenerati o ricondizionati, sembrano pari al nuovo e hanno prezzi estremamente vantaggiosi e interessanti. Cosa sono questi prodotti e come è possibile scegliere senza avere brutte sorprese?

Smartphone rigenerati: non solo prodotti usati, ecco cosa sono

Uno smartphone refurbished non è un dispositivo usato, o meglio, lo è ma non è solo questo. Quando si parla di rigenerazione si ha di fronte un prodotto che, dopo aver presentato un problema, è stato aggiustato e testato per diverso tempo per poi essere immesso nuovamente sul mercato.

A mettere in vendita questi oggetti sono solitamente le aziende produttrici, questo vuol dire molto perché non andrete ad acquistare un dispositivo usato da un privato e riceverete una certificazione che ne attesti le condizioni. Talvolta per ricondizionato si intende anche uno smartphone che è rimasto invenduto, magari un prodotto in vetrina oppure che presenta dei piccoli problemi o difetti con un graffio o un intoppo tecnico che è stato comunque ripristinato.

Nel momento in cui lo smartphone viene rigenerato torna allo stato iniziale di vendita ed è quindi un ottimo affare per chi vuole aggiudicarsi un prodotto di tutto rispetto senza spendere un capitale. Saranno venduti al cliente completi di tutti gli accessori, garanzia e confezione, proprio come quando viene acquistato un nuovo prodotto in negozio.

Prodotti certificati: un affare per chi vuole uno smartphone a buon prezzo

Spesso si trovano in circolazione i prodotti ricondizionati Certified Pre-Owned. Quando è esplicitamente aggiunta questa dicitura alla vendita vuol dire che vi trovate di fronte ad un prodotto con garanzia estesa, sottoposto ad un controllo qualitativo e venduto previa dichiarazione della casa di vendita o del rivenditore stesso. Il processo di ricondizionamento può essere portato avanti da un privato come un negozio di telefonia o da parte della casa produttrice; è chiaro che conviene sempre, a parità di prezzo, scegliere la garanzia di Samsung, Huawei, Apple e altri produttori piuttosto che quella del tecnico di quartiere.

Per quanto riguarda la garanzia questa ha validità come stabilito dal venditore, solitamente se lo smartphone è venduto dall’azienda produttrice sarà di almeno un anno. Il primo passo da fare quando si vuole acquistare un prodotto ricondizionato, è certamente vedere se ha la garanzia. Si consiglia di sceglierne comunque uno che abbia una certa estensione così da coprire un periodo più o meno lungo e mettere l’acquirente al riparo da eventuali problemi che potrebbero presentarsi nel corso del tempo.

Come viene ricondizionato uno smartphone: dalla parte tecnica alla pulizia

Il processo di ricondizionamento, come anticipato, riguarda l’aspetto estetico o la funzionalità. Quando questo presenta un difetto viene riparato:

  • Estetico: nel caso vi sia un difetto di questo tipo viene tendenzialmente sostituita quella parte, se c’è un graffio sulla scocca questa viene sostituita, se sul display viene montato un nuovo schermo.
  • Funzionamento base: problemi nel touchscreen, alle casse, nell’accensione, in questo caso il difetto viene risolto e vengono fatti diversi test.
  • Accessori: qualora vi siano problematiche legate ad uno o più prodotti aggiuntivi presenti nella scatola di vendita, questi vengono solitamente sostituiti e non riparati.

Una volta che si è proceduto ad aggiustare il problema o i deficit dello smartphone si procede con il reset per riportare il dispositivo come uscito dalla fabbrica, cancellando i dati e installando l’ultima versione del software. Lo stesso viene poi pulito in modo da assicurarne un perfetto stato manutentivo. Si procede infine ad un ultimo controllo prima di immettere lo stesso sul mercato.

Uno smartphone ricondizionato è un affare, ma chiaramente non è possibile aspettarsi un prezzo pari ad un prodotto usato senza alcuna garanzia. Anzi, è bene ricordare, che quando si trova in vendita un qualunque prodotto che appaia con un prezzo eccessivamente vantaggioso vuol dire che gatta ci cova ed è facile incappare in fregature. Quando si acquista un dispositivo usato bisogna:

  • Fare attenzione alla descrizione prodotto, agli accessori elencati e all’onestà nel dichiarare eventuali graffi o problemi dello stesso.
  • Controllare i dati del rivenditore, è chiaro che comprare un prodotto usato su Amazon non ha lo stesso valore che comprarlo da un privato su Ebay.
  • Prediligere prodotti con garanzia e chiaramente ricondizionati che sono la via di mezzo tra il risparmio e la sicurezza.
  • Attenzione quando vengono richiesti pagamenti online, affidarsi sempre a rivenditori seri e utilizzare soluzioni sicure.

I prodotti ricondizionati sono disponibili su tantissime piattaforme, le più sicure e famose sono Amazon, Ebay, ePrice, Secondlifephone, BlackMarket, GrandeRisparmio, ma anche i siti dei produttori come Samsung, Apple e così via.

Per quanto riguarda la fascia di prezzo è possibile un risparmio tra il 15/30% circa del prezzo di listino, ovviamente tutto dipende dal modello e dal tipo di ricondizionamento. Questa pratica è la nuova frontiera d’acquisto e ovviamente viene effettuata non solo per gli smartphone, ma per tanti altri prodotti a livello internazionale. Questo consente facilmente a tutti di accedere a beni anche costosi, rendendo i prezzi più abbordabili e dando nuova vita ad un prodotto che altrimenti sarebbe finito in un cassetto.

Si tratta di un mercato in notevole ascesa, vale attualmente 15 miliardi di euro l’anno con 120 milioni di prodotti di telefonia che vengono venduti sul mercato. Un risparmio anche in termini ambientali, che contrasta il fenomeno sempre più forte soprattutto tra le nuove generazioni, che vuole un prodotto come vecchio già dopo pochi mesi dal suo acquisto. In un settore come quello dell’elettronica dove in pratica ogni mese vengono lanciati decine di nuovi prodotti super tecnologici, è facile cadere nella trappola.

Si stima che il 44% dei consumatori italiani acquista un nuovo cellulare ogni anno/anno e mezzo, si tratta di un periodo molto breve il che vuol dire che in media le persone non attendono che il telefono sia effettivamente logoro, ma lo cambiano più che altro per capriccio. Questo andamento però va a favore di tutti coloro che invece vogliono un buon prodotto a un giusto prezzo, soprattutto se si parla di fascia alta; l’appeal è chiaro, ma anche il costo un tantino limitante per molte persone. Acquistando un dispositivo ricondizionato si può ottenere facilmente un Samsung Galaxy, l’ultimo iPhone o un Huawei con uno sconto notevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *