Caldaie e risparmio: le novità del 2018

Enea: nuovo portale telematico

Il risparmio energetico presto sarà online con il portale dell’Enea; i 90 giorni utili per l’invio all’Enea della documentazione necessaria per poter usufruire dell’ecobonus, decorre quindi dalla messa online del sito stesso, realizzato dall’Enea. Con un avviso pubblicato sul proprio sito, l’Enea mette a disposizione un suo portale dedicato alla trasmissione dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia ammessi alle detrazioni fiscali del 50% ai sensi dell’art.16 bis del D.P.R. 917/86 (TUIR) e s.m.i. è in fase di test; e sarà messo online al più presto; in quel momento sul sito, saranno pubblicati anche i dettagli operativi. Dall’Enea inoltre ci arriva una tabella specifica sugli interventi ammessi.

Qui di seguito uno stralcio della lista fornita dall’Enea:

caldaie a biomasse
caldaie a condensazione classe A / 50%
caldaie a condensazione A+ con sistema di termoregolazione evoluto
generatori di aria calda a condensazione
pompe di calore
scaldacqua a PDC
coimbetazione involucro
collettori solari
generatori ibridi
sistemi building automation

Le principali novità riguardano la riduzione dell’aliquota di detrazione al 50% per:,
caldaie a biomassa, caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.811/2013. Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazioni del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.

Aliquota del 65% per:

interventi di coibentazione dell’involucro opaco,
pompe di calore,
sistemi di building automation,
collettori solari per produzione di acqua calda,
scaldacqua a pompa di calore,
generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro,
generatori d’aria a condensazione.
micro-cogeneratori, per una detrazione massima consentita di 100.000 euro.

Per informazioni e assistenza sulle novità del 2018 in merito a nuovi impianti di riscaldamento contattare Assistenza caldaie Ariston

Fonte dati ufficiali ENEA 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *