amazon-echo

Amazon Echo: tutto quello che c’è da sapere su Amazon Alexa

Negli ultimi mesi il settore tecnologico ha conosciuto l’avvento dei gadget intelligenti. Se da un lato il mercato degli smartphone è in picchiata – come testimoniato dai crolli fatti registrare da Apple e Samsung negli ultimi trimestri fiscali -, i gadget prodotti dalle aziende tech continuano ad alimentare un’importante fetta di mercato.

Uno dei gadget del momento è Amazon Echo, chiamato erroneamente anche Amazon Alexa. Prodotto dalla società di Jeff Bezos, l’uomo più ricco al mondo secondo la rivista Forbes, Amazon Echo va a duellare sullo stesso terreno di sfida con Google Home (o Google Assistant).
Di recente, Amazon Echo è stato tra i protagonisti assoluti in occasione del Black Friday, la giornata più attesa dell’anno da parte degli appassionati di tecnologia, in occasione della quale vengono applicati forti sconti su milioni di prodotti da parte dei negozi e dei siti di e-commerce, fra cui Amazon stesso.

A seguire tutto quello che c’è da sapere su Amazon Echo e sulla voce che lo anima, vale a dire Amazon Alexa. Alcuni interessanti articoli, ricchi di consigli che vi aiuteranno nella scelta, li trovate anche su sito www.shoppingtecnologico.it.

Cosa è Amazon Echo?

Il termine Amazon Echo si riferisce alla figura di smart speaker, letteralmente un altoparlante intelligente. Lo smart speaker è uno dei gadget più impiegati nel settore della domotica, la tecnologia che nel corso degli anni ha rivoluzionato molte delle abitazioni presenti in Italia e in giro per il mondo (tale processo subirà una forte accelerazione nei prossimi mesi, quando ci sarà il debutto ufficiale della futuristica rete 5G).

Esistono varie versioni di Amazon Echo: Dot, Plus e Spot.

  • Amazon Echo Dot è la versione entry level dello smart speaker del colosso di Seattle. Rispetto agli altri due modelli attualmente in commercio, la versione Dot ha un peso di 300 grammi e un solo altoparlante con in aggiunta 4 microfoni. La connessione con altri altoparlanti può avvenire tramite il jack audio da 3,5 mm oppure via bluetooth e wireless.
    La versione base, chiamata semplicemente Amazon Echo, porta il numero dei microfoni a 7 e modifica il proprio aspetto estetico in un cilindro dal peso di oltre 800 grammi.
  • Uno dei dispositivi più venduti di Amazon Echo è la versione Plus, pensata in misura principale per la domotica, come testimonia il supporto alla parete della propria abitazione che viene venduto insieme.
    Il carattere smart di Amazon Echo Plus è inoltre garantito dalla presenza di un sensore per la rilevazione della temperatura ambientale, andandosi così ad integrare al meglio nell’idea di smart home e, più in generale, smart city.
  • L’ultimo dispositivo appartenente alla gamma Amazon Echo è la versione Spot, l’unico dei quattro smart speaker ad avere un display e una telecamera. Il display è touchscreen, a colori, la cui dimensione è pari a 64 mm.

Come funziona Amazon Echo?

Amazon Echo, come gli altri smart speaker in circolazione, è un dispositivo che è in grado di collegarsi alla rete Wi-Fi della propria abitazione. Una volta connesso riesce a dialogare con il proprietario, vale a dire la persona che ha portato a termine la prima installazione, durante la quale è necessario procedere con il riconoscimento vocale da parte del dispositivo.
In base ai comandi vocali pronunciati dal proprietario, Amazon Echo è in grado di fornire risposte e azioni mirate. Da qui il concetto di smart speaker (altoparlante intelligente).

Il software grazie al quale l’altoparlante riesce a completare tutta una serie di azioni viene anche chiamato assistente vocale. Per il suo Amazon Echo, l’azienda di Jeff Bezos ha scelto di puntare sull’assistente di proprietà: Amazon Alexa. L’assistente Alexa è per Amazon quello che Google Assistant è per Google, Siri per Apple e Cortana per Microsoft.

In concreto, Amazon Echo permette di eseguire molteplici azioni, tra cui restare informati sulle ultime principali notizie della giornata. È inoltre possibile eseguire uno streaming video oppure lanciare una compilation audio personalizzata. Quello che può essere considerato un vero e proprio maggiordomo di casa 2.0 può anche fornire preziose indicazioni sul meteo e sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio per lavoro o per un breve soggiorno fuori casa.
Se si acquista ad esempio Amazon Echo Spot, è possibile visualizzare anche il telegiornale oppure uno o più episodi di una serie TV. Quest’ultima funzione è disponibile grazie all’integrazione di Amazon Echo con Amazon Prime Video, il servizio offerto gratuitamente agli iscritti Amazon Prime.

Tra le altre app integrate con Amazon Echo vi sono anche Spotify e Amazon Music, grazie alle quali lo smart speaker prodotto dall’azienda di Jeff Bezos offre l’opportunità di ascoltare i brani musicali delle compilation personali create in precedenza tramite le due applicazioni citate qui sopra.

Un’ultima cosa importante da sapere su Amazon Echo riguarda il riconoscimento vocale. Contrariamente a quanto si possa credere, lo smart speaker di Amazon è in grado di dialogare con chiunque abita all’interno dell’abitazione, a patto che venga completata la registrazione del riconoscimento vocale.
Se in una casa sono presenti più dispositivi Amazon Echo, a rispondere sarà soltanto quello più vicino. Un ulteriore dettaglio che spiega quanto la tecnologia degli smart speaker si sia affinata rispetto ai primi dispositivi commercializzati negli anni precedenti.

Amazon Alexa non è Amazon Echo

Per comodità, alcuni utenti sono soliti chiamare Amazon Echo semplicemente Alexa. Come accennato in precedenza, è bene chiarire che Amazon Echo è il dispositivo, Alexa invece l’assistente personale, cioè la voce dello smart speaker. Ciò significa che Amazon Echo e Alexa non sono la stessa cosa, contrariamente a quello che si potrebbe credere a una lettura superficiale di alcune guide presenti in rete e che spiegano il funzionamento Amazon Echo.
Basti pensare che Amazon Alexa è disponibile come app sia per gli smartphone Android sia per iPhone e iPad, i dispositivi di Apple che hanno a bordo iOS come sistema operativo.
Amazon Alexa vive dunque indipendentemente da Amazon Echo, che invece dipende in maniera determinante dall’assistente personale elaborato nel corso degli ultimi anni dal colosso di Seattle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *